Posts Tagged ‘tette’

h1

Perché io son io e invece voi…

agosto 12, 2013

Non vi è mai capitato di sentirvi particolarmente illuminati nel momento in cui riuscite a dare un significato a un pensiero che avete letto, oppure ad un messaggio che avete sentito o ad un accadimento che avete vissuto e vi rendete conto che fino ad allora non ne avevate compreso il “vero” messaggio?

Le palle in mano!

Che illusione

Scommetto che vi è presa una certa leggerezza: improvvisamente vi siete sentiti piú sicuri di voi stessi… Di piú: sicuri infine di avere il mondo in mano con la chiave per capire tutto. Ah, l’illusione…

Sia chiaro: non capirete mai (!) ció che la persona voleva dire. Il significato che l’autore intendeva è e rimane solo dell’autore stesso.

Un’esperienza che non sará mai la vostra esperienza. Solo un riflesso.
Cosí come quello che pensate Voi, in realtá è “solo” quello che pensate voi. Sappiatelo.

E un attimo fa eravate cosí orgogliosi. Cosa siete ora non è interessante.

Insomma, se pensate di aver capito… non avete in realtá capito nulla.
Si, avete certamente “creato” qualcosa pensando: una vostra idea! Chiaro che siate soddisfatti e persino piacevolmente sorpresi.
La sorpresa sta nell’aver usato il cervello! Si, ne siete capaci anche voi. Ogni tanto.

Se siete sensibili, siete influenzabili. Il miglior messaggio che vi si possa passare é farvi credere che una determinata idea l’abbiate avuta voi, piuttosto che vi sia stata impiantata da qualcun altro. Voi sarete soddisfatti, per nulla in confronto a chi se la sghignazza vedendovi convinti delle vostre idee.

Illusi.

Robros

*Perché parlo di Voi e quindi non mi includo? Perché io sono l’autore. Io lo faccio per me. Chiaro che se c’é un io… allora automaticamente c’é un “voi”.

h1

TV: T come tette, V come voyeur

marzo 9, 2009

Guardare la tv in streaming non vi salva!

Guardare la tv in streaming non vi salva!


In un libro dal titolo 1984 si teorizzava tra il ’48 e il ’49 l’avvento di uno Stato osservatore dei suoi sudditi e pieno di attenzioni verso le loro idee più rivoluzionarie! Se non vi piace leggere, c’è anche la versione condensata per immagini (cercate su imdb). Quanto aveva ragione Giorgio… anche se con un po’ di ritardo, ma applicando la strategia prevenzionista teorizzata: IL GRANDE FRATELLO edizione “maggiorata” è una realtà.
Come non essere attratti dagli argomenti mostrati, dalla dialettica che cerca di accalappiare (o di chi cerca di acchiappare), dalle pagine di cultura bruciate (!) nei dialoghi ardenti? Beh, basta cambiare canale!
Niente di meglio di un bel programma dove si possono osservare panorami di una fertile natura. Vabbeh, sicuramente non vergine, magari pure un po’ artificiale, ma almeno il vostro “nuovo” connettore cerebrale si espande e si sviluppa! [scusate l’auto-citazione, come io scuso la vostra eccitazione]
In un mondo dove cultura assume una nuova dimensione e forma, che al posto di sedersi sui libri, si siede sulle ginocchia dell’amministratore delegato di turno… il c**o diviene la nuova porta di espansione verso la comprensione della nostra società!
Un vero peccato che l’autore citato non abbia anche teorizzato Internet! Dove ognuno individualmente può scegliersi il proprio divertimento personalizzato, e quando non ha le mani impegnate altrove può anche trovare il tempo di cercare e scrivere un’idea sua! Se poi l’idea è ispirata da un bel paio di t**te…

Sapete dove Giorgio trovò la scintilla, probabilmente gustandosi un sano whisky? Nell’isola di Jura. Da non confondersi con quella dei famosi: l’isola di Jura, praticamente sconosciuta ai più, si trova nelle vicinanze della costa ovest in Scozia. Ma per ironia della sorte nemmeno 5°N e 1°W da un’altro curioso parco divertimenti: google terra alle coordinate 50 53.15′, -4 33.2′

PS: prima che vi mettiate nei guai, sono le coordinate della stazione inglese di Echelon.
PPS: spero che dell’immagine sopra appreziate la prosperosità della ragazza!